SMETTERE DI FUMARE E’ GRATIS

Fumare è un controsenso

Introduzione

Ciao, e grazie di aver acquistato questo libro. Tu non mi conosci ancora, ma vedere che hai dato fiducia al mio lavoro mi riempie di gioia, e spero che la mia esperienza possa aiutarti a cambiare per sempre la tua vita in meglio.

Il mio nome è Massimo Donato, e in questo libro racconto la mia battaglia contro il fumo, come ho vinto la prima battaglia, poi ho perso la seconda, ma alla fine ho vinto la guerra.

Oggi sono un ex fumatore orgoglioso, che ogni giorno osserva gli effetti della sua decisione sul suo corpo, sul suo spirito e anche sul suo portafogli, ed è convinto di aver fatto la scelta giusta.

Prima di cominciare a raccontare la mia storia e la mia battaglia con il fumo, è doveroso spendere qualche parola su questo libro.

Per prima cosa non sono un medico, quindi non troverai nessun consiglio di natura medica in queste pagine. Forse sei deluso da questo, ma sono fermamente convinto che non occorra essere un medico per capire i danni che le sigarette provocano al tuo corpo e a quello di chi è attorno a te.

Seconda cosa da chiarire: non voglio venderti nessun programma miracoloso. Questo libro non è un messaggio promozionale per qualcosa, è semplicemente la storia di un uomo che ha combattuto anni contro la nicotina, e ha trovato un modo per vincere la battaglia. Se sono stato in grado di farlo io, che ero più una ciminiera che una persona in certi momenti, allora può farlo chiunque.

Ho un lavoro che genera entrate automatiche, indipendentemente dal tempo che gli dedico (ma non è questa la sede per parlarne) questo libro è una di quelle, una compagna, un figlio che adoro, e loro sono stati fondamentali nella mia vittoria contro il tabacco, ben più di sigarette elettroniche, gomme da masticare o cerotti alla nicotina. Dico queste cose per farti capire che il mio scopo primario non è quello di vendere un miracoloso rimedio contro il fumo, ma solamente quello di raccontare la mia storia e di cercare di aiutare le altre persone a fare la mia stessa scelta. Ripeto, se sono stato in grado di farlo, allora lo può fare davvero chiunque, e se anche solo uno di voi riuscirà a smettere di fumare grazie anche alle mie parole, allora avrò la certezza di aver fatto la cosa giusta.

L’ultimo punto da chiarire è che se cerchi una formula magica per smettere di fumare non la troverai. Forse è brutale come affermazione, ma non esiste nulla che possa farti smettere immediatamente. Forse un grandissimo spavento o un forte trauma, ma non è necessario essere così drastici. Smettere di fumare può essere considerato un modo per crescere come persona, per migliorarsi. È come andare in palestra.

Non si diventa Arnold Schwarzenegger da un giorno all’altro, ma sono necessari settimane, mesi, anni di impegno, sacrificio e dedizione per riuscire a raggiungere quel risultato. Così come non si costruisce una casa in pochi giorni, o si crea un business redditizio o un reddito passivo.

Immagina smettere di fumare come una dieta. La dieta è un investimento a lungo termine che fai sul tuo corpo. Devi eliminare i cibi dannosi, cambiare le abitudini alimentari, integrare esercizio fisico e evolverti come persona. Lo stesso vale per il fumo. Dovrai avere la voglia di cambiare, la costanza di resistere alle tentazioni (e credimi, ce ne saranno tantissime), controllare il tuo umore ed essere motivato al 100% nel portare a termine il tuo obiettivo.

Quindi per smettere di fumare non basta volerlo, ma ogni tua azione deve essere indirizzata verso quell’obiettivo, e dovrai stare sempre in guardia verso tentazioni e ricadute. Quindi no, caro amico, non esiste una formula magica da recitare prima di andare a dormire per svegliarsi senza il desiderio o il bisogni di accendere la prima sigaretta della giornata. Esiste però la voglia di farlo e la determinazione, e io voglio insegnarti come svilupparle facendoti aprire gli occhi sui danni considerevoli della nicotina e delle sigarette sulla tua vita, nonché il grande inganno che si nasconde dietro all’industria del tabacco.

Spero di non averti deluso, ma ho preferito essere brutalmente onesto sin dal principio. Sarei davvero felice di aiutarti, ma dovrai impegnarti al massimo, e ti anticipo già da adesso che non sarà facile, perché l’ho provato sulla mia pelle.

E credo sia arrivato il momento di raccontarti la mia storia.

Se vuoi leggere il capitolo successivo lasciami qui la tua mail